Sedazione cosciente

Il protossido d'azoto: la rinascita di un metodo.

L’effetto analgesico e sedativo (calmante) del gas (chimicamente N20 protossido d’azoto ) è già stato scoperto nell’Ottocento e da allora è stato usato come gas narcotico.

Se prima dell’introduzione dell’anestesia locale in odontoiatria, l’effetto analgesico del protossido d’azoto era in primo piano, oggi lo sono le sue proprietà ansiolitiche e sedative che lo rendono un eccellente mezzo per il trattamento di pazienti ansiosi.

Negli USA ed in molte altre nazioni (Inghilterra, Australia, Scandinavia) più del 50% dei dentisti usa regolarmente il protossido d’azoto.

Come funziona  la  sedazione cosciente?

Tramite una piccola maschera nasale viene somministrata una miscela di ossigeno e protossido d’azoto. Già dopo pochi respiri se ne può percepire l’effetto: da una  sensazione  di  leggerezza e  rilassamento, il  paziente  raggiunge una condizione di  trance. Rimane sempre cosciente e padrone dei propri  sensi, sente però il  bisogno di chiudere gli  occhi. Paure e  tensioni si trasformano in  una confortante sensazione di sicurezza.  La cuffia speciale attenua i rumori spiacevoli del trattamento e diffonde una musica suggestiva e rilassante che rinforza l’effetto ipnotico del gas. Il paziente può rilassarsi completamente lasciando spaziare i propri pensieri piacevoli, mentre il tempo passa  al volo.