Ipersensibilità dentale: cause e rimedi

15/05/2013

L'ipersensibilità dentale è un sintomo che si può manifestare quando una zona del dente è eccessivamente sensibile:

  • agli stimoli termici (caldo o freddo)
  • agli stimoli chimici (cibi acidi)
  • agli stimoli meccanici (spazzolamento dei denti, levigatura delle radici).

Fino al 57% degli adulti riporta esperienze di ipersensibilità dentale, tali da influire sulla qualità della vita.
Esistono tuttavia molti prodotti rintracciabili commercialmente in grado di alleviare questo dolore (sotto forma di gel, dentifrici e colluttori): tali prodotti occludono le cavità in grado di far passare gli stimoli esterni, dando come risultato un sollievo duraturo nel tempo.

Gli agenti desensibilizzanti più utilizzati sono:

  • fluoruro di potassio
  • fosfato e carbonato di potassio
  • fluoruro di sodio
  • idrossido di calcio

Questi prodotti sono indicati per tutti i pazienti con ipersensibilità, non creano danni irreparabili alla struttura dentale quindi si possono utilizzare a lungo nel tempo. 

Ipersensibilità dentale
Fotografia al SEM che mostra le cavità dentali esposte agli stimoli esterni
Ipersensibilità dentale
Fotografia al SEM che mostra l'occlusione delle cavità dentali dopo applicazione di agenti desensibilizzanti.